benchmarkin nel controllo di gestione

Il benchmarking come strategia di miglioramento delle performance aziendali

image_pdfCrea PDFimage_printStampa

All’interno del controllo della gestione aziendale sempre più successo sta riscuotendo il benchmarking, inteso come un processo sistematico e continuo per la comparazione delle performance, delle funzioni o dei processi delle organizzazioni allo scopo non solo di raggiungere determinate performance, ma di superarle.

Confronto sistematico di dati quantitativi e qualitativi

Questa metodologia si basa sul confronto sistematico di dati quantitativi e qualitativi e permette, per esempio, di conoscere la redditività della propria azienda rispetto a quella dei concorrenti più diretti, di analizzare l’andamento del fatturato dei player del settore di appartenenza e di scoprire lo standard di efficienza delle top aziende.

A questi risultati si può pervenire attraverso uno studio di analisi strategica orientato alla comparazione dei dati di performance della propria azienda con quelle operanti nel medesimo settore e localizzate in tutto il territorio regionale e/o nazionale. Lo studio è basato sulle seguenti indagini:

  1. definizione del campione di aziende da monitorare;
  2. raccolta dei dati di bilancio degli ultimi anni, delle informazioni qualitative inerenti la tipologia di prodotti/servizi offerti, i processi produttivi svolti, le aree di business coperte, il profilo societario e manageriale per tutte le aziende rientranti nel campione;
  3. elaborazione delle informazioni con il supporto di strumenti statistici e informatici
  4. predisposizione di un rapporto di indagine in cui si presenta:
  • il ranking in ordine di redditività delle aziende del campione;
  • il posizionamento del cliente all’interno del ranking;
  • gli indicatori chiave di performance economico-finanziaria delle top 10 del settore e se necessario, di tutte le aziende del campione;
  • i driver della redditività, ossia tutti quelle variabili ambientali, operative e gestionali in grado di condizionare la redditività aziendale nel settore e che permettono ad alcune aziende di essere al top nel ranking (ad esempio: scala dimensionale, grado di diversificazione del business, livello di internazionalizzazione, qualità del management, assetto proprietario, altro).

Il benchmarking rappresenta pertanto un’interessante occasione per le aziende che intravedono in questo strumento manageriale un’opportunità per migliorare le proprie performance aziendali.

Lo Studio rimane a disposizione per ogni ulteriore chiarimento e approfondimento di Vostro interesse.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
7 + 18 =