Talento e Impresa. Claudio Ceradini nella giuria del Premio Unnia 2018, patrocinato da BDO S.p.A.

Il Premio Unnia si propone, come letteralmente riferisce la presentazione, di “valorizzare le aziende italiane portatrici di idee innovative, capaci di unire il talento e l’impresa in un connubio vincente, in linea con il pensiero di Mario Unnia“.

E’ quindi un pacere essere stato invitato a far parte della giuria del premio, ed ho accettato con piacere. La logica dell’innovazione dovrebbe essere il principale riferimento per lo sviluppo di qualsiasi organizzazione, imprenditoriale e non solo. E’ una prospettiva non semplice, nella quale peraltro è stimolante confrontarsi e procedere.

L’innovazione è un tema sentito in SLT. Se ne è discusso alla European Conference di GGI nel 2017, prendendo spunto da un  case history di risanamento,  e provando ad immaginare un approccio moderno alla professione, che solo una visione un po’ “hangry and foolish” probabilmente consente. Se ne è riparlato ancora nella European Conference del 2018, per capire se e come l’AI sia un traguardo possibile per le professioni.

Avere quindi la possibilità di vedere da vicino, in diverse categorie, esempi di imprenditori innovativi e talentuosi, non distanti dai giovani a cui era indirizzato il famoso discorso di Jobs alla Stanford University,  è francamente un piacere.

Grazie ancora dell’invito.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *