Talento e Impresa. Claudio Ceradini nella giuria del Premio Unnia 2018, patrocinato da BDO S.p.A.

image_pdfCrea PDFimage_printStampa

Il Premio Unnia si propone, come letteralmente riferisce la presentazione, di “valorizzare le aziende italiane portatrici di idee innovative, capaci di unire il talento e l’impresa in un connubio vincente, in linea con il pensiero di Mario Unnia“.

E’ quindi un pacere essere stato invitato a far parte della giuria del premio, ed ho accettato con piacere. La logica dell’innovazione dovrebbe essere il principale riferimento per lo sviluppo di qualsiasi organizzazione, imprenditoriale e non solo. E’ una prospettiva non semplice, nella quale peraltro è stimolante confrontarsi e procedere.

L’innovazione è un tema sentito in SLT. Se ne è discusso alla European Conference di GGI nel 2017, prendendo spunto da un  case history di risanamento, e provando ad immaginare un approccio moderno alla professione, che solo una visione un pò “hangry and foolish” probabilmente consente. Se ne è riparlato ancora nella European Conference del 2018, per capire se e come l’AI sia un traguardo possibile per le professioni.

Avere quindi la possibilità di vedere da vicino, in diverse categorie, esempi di imprenditori innovativi e talentuosi, non distanti dai giovani a cui era indirizzato il famoso discorso di Jobs alla Stanford University,  è francamente un piacere.

Grazie ancora dell’invito.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
6 + 2 =