invio spese sanitarie

Invio spese sanitarie da parte di farmacie, medici e odontoiatri.

image_pdfCrea PDFimage_printStampa

A partire dal 2016, nella dichiarazione precompilata saranno presenti i dati relativi alle spese sanitarie dei contribuenti.

A questo fine, ai sensi dell’art. 3, commi 2 e 3 D.Lgs. n. 175/2014, è previsto che, a partire dal 2016, vengano trasmessi all’Agenzia delle Entrate, da parte di strutture sanitarie e medici, i dati relativi alle spese mediche e sanitarie. Il tutto mediante il sistema Tessera Sanitaria. La scadenza per l’invio dei dati relativi al 2015 è il 31/01/2016.

Categorie interessate

I soggetti interessati alla trasmissione dei dati al Sistema Tessera Sanitaria sono:

  • Farmacie pubbliche e private (per costoro si presume che la comunicazione delle informazioni relative alle spese sanitarie dovrebbe essere garantita da software specifici già solitamente in uso presso tali strutture);
  • Aziende sanitarie locali, aziende ospedaliere, istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, policlinici universitari, presidi di specialistica ambulatoriale, strutture per l’erogazione delle prestazioni di assistenza protesica e di assistenza integrativa, altri presidi e strutture accreditati per l’erogazione dei servizi sanitari;
  • Medici e odontoiatri.

Tipologie di spese

Per i medici e odontoiatri le tipologie di prestazioni che devono essere trasmesse sono:

  • spese per prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale esclusi gli interventi di chirurgia estetica;
  • visite generiche e specialistiche o prestazioni diagnostiche e strumentali;
  • prestazioni chirurgiche ad esclusione della chirurgia estetica;
  • interventi di chirurgia estetica ambulatoriali o ospedalieri;
  • certificazioni mediche;
  • altre spese sanitarie non comprese nell’elenco.

Dal 1° marzo di ciascun anno, a decorrere dal 2016, il sistema Tessera Sanitaria (TS) metterà a disposizione dell’Agenzia delle Entrate i dati relativi a:

  • spese sanitarie sostenute nel periodo d’imposta precedente;
  • rimborsi effettuati nell’anno precedente per prestazioni non erogate o parzialmente erogate, specificando la data nella quale sono stati versati i corrispettivi delle prestazioni non fruite.

 

Modalità di accreditamento e abilitazione al sistema TESSERA SANITARIA

I medici già in possesso delle credenziali a Sistema TS (le stesse che abilitano alla spedizione del certificato telematico di malattia) possono utilizzare le medesime chiavi di accesso per l’invio dei dati delle spese che saranno utilizzati per la predisposizione del mod. 730.

I medici e odontoiatri iscritti all’ordine dei medici e non ancora in possesso di tali credenziali, possono ottenerle:

  • recandosi alla sede provinciale dell’OdM o richiederla via Pec;
  • registrandosi al sito sistemats.it seguendo la specifica procedura di riconoscimento basata su una serie di controlli.

Invio dei dati al sistema TESSERA SANITARIA

L’invio dei dati al Sistema TS può essere eseguito direttamente dal medico /odontoiatra mediante:

  • l’apposita applicazione web disponibile sul citato sito internet per l’inserimento dei dati di ogni singolo documento fiscale comprensivo delle voci di spesa;
  • utilizzando il proprio software opportunamente integrato con le funzionalità per dialogare direttamente con il Sistema TS.

Come precisato dal MEF, l’invio dei dati può essere effettuato anche da un soggetto terzo delegato (commercialista / soggetto abilitato all’invio telematico) che, a tal fine, deve possedere una specifica abilitazione rilasciata dal MEF.

In particolare, in caso di invio con intermediario, il medico / odontoiatra deve accedere alla propria area riservata del STS attraverso le credenziali ed indicare il soggetto terzo delegato. Verificata l’idoneità del soggetto indicato (validità abilitazione Entratel e correttezza indirizzo Pec) il sistema invia al soggetto delegato un link per il perfezionamento della delega.

Si rammenta che in caso di invio tramite intermediario, il medico / odontoiatra rimane sempre responsabile dei dati trasmessi.

 Opposizione all’utilizzo dei dati delle spese sanitarie

Il contribuente può opporsi a rendere disponibile all’Agenzia delle Entrate, con la relativa cancellazione, le spese sanitarie /rimborsi effettuati nell’anno precedente per l’elaborazione del 730 precompilato.

L’opposizione può essere manifestata mediante richiesta al medico/struttura sanitaria con annotazione dell’opposizione sul documento fiscale.

Tale possibilità non è esercitabile per le spese sanitarie sostenute nel 2015.

Per il 2015 l’opposizione può essere effettuata tramite e-mail, telefono o consegna a mano direttamente all’ufficio di apposito modello presente sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Note operative

Per i medici che non desiderano eseguire direttamente l’invio dei dati al STS, ma vogliono affidarsi allo Studio come intermediario per affrontare il nuovo adempimento,  sono stati predisposti due fogli excel (STANDARD TPS_DATI_MODELLO / STANDARD TPS_DOCUMENTI_FISCALI), che dovranno essere compilati con i dati obbligatori richiesti dal Sistema Tessera Sanitaria:

  • Codice Fiscale contribuente
  • Nome e cognome
  • Data documento
  • Tipologia di spesa (c’è dettaglio con menù a tendina in ogni cella)
  • Importo spesa e rimborso
  • Data del rimborso

Ad oggi la procedura di creazione del file telematico non è ancora attiva e non è chiaro se l’invio potrà essere effettuato anche con la procedura Entratel o solamente con il Sistema TS. Per il momento si consiglia quindi ai singoli medici di eseguire la registrazione al sito per avere le credenziali di accesso in attesa di ulteriori delucidazioni dal MEF. Appena sarà possibile la generazione del file telematico e chiare le modalità di invio, sarà premura dello Studio avvisare tempestivamente con nuova circolare su tempi e modi.

Per le farmacie segnaliamo che le procedure ad oggi non consentono l’invio mediante intermediario.  E’ quindi necessario ogni farmacia di avvalga del proprio software gestionale per perfezionare l’invio. Invariata la scadenza.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
2 + 16 =