1

Finanza Agevolata: Fondo di rotazione “Anticrisi attività produttive” – 2021 Regione del Veneto

La Regione del Veneto ha creato un fondo di rotazione “Anticrisi attività produttive”, con una dotazione di 60 milioni di euro, per la concessione di finanziamenti agevolati alle imprese coinvolte nella crisi economica conseguente l’emergenza epidemiologica da “COVID-19” per iniziative finalizzate alla realizzazione di investimenti e interventi di supporto finanziario.

In sintesi riportiamo le principali informazioni relative al bando:

Beneficiari

Sono ammessi all’agevolazione i seguenti soggetti:

  • PMI non artigiane e non costituite in forma di cooperativa operanti nei seguenti settori: C, D, E, F, G, H, I56, J, K66, L68, M69, M70, M71, M72, M73, M74.10, M74.20, M74.30, M74.90, M75.00, N77, N78, N79, N80, N81, N82, P85, 61; Q87; Q88; R90.03.02; R 90.03.09; R91, R90.02, R92, R93, S95, S96
  • PMI artigiane operanti in tutti i settori
  • PMI cooperative operanti in tutti i settori

Interventi e spese ammissibili

Sono ammissibili all’agevolazione gli investimenti immobiliari e mobiliari, le immobilizzazioni materiali e le spese tecniche.

Le tipologie di spesa appena citate comprendono:

  1. Investimenti immobiliari: acquisto, ristrutturazione, rinnovo, ampliamento ed adeguamento dei locali adibiti o da adibire all’esercizio dell’attività, e l’acquisto di terreni funzionali alla realizzazione di interventi di ampliamento dei locali adibiti o da adibire all’esercizio dell’attività. Per questa voce NON è contemplata la quota di fondo perduto, ci sarà solamente il finanziamento metà a tasso zero e metà a tasso banca.
  2.  Investimenti mobiliari: acquisto di impianti produttivi, macchinari, attrezzature e hardware. Realizzazione ed adeguamento di impianti tecnologici. Acquisto di automezzi targati e natanti ad esclusivo uso aziendale;
  3. Immobilizzazioni immateriali: sviluppo software. Acquisto licenze software. Riconoscimento di marchi di prodotto. Acquisizione di know-how e conoscenze tecniche non brevettate. Registrazione e acquisto di diritti di brevetto.
  4. Spese tecniche: spese di direzioni lavori, studi, progettazioni, consulenze affidate all’esterno, connessi con il programma di investimento e finalizzati anche ad iniziative di commercializzazione e promozione nonché all’ottenimento di certificazioni di qualità. Non sono ammissibili le spese inerenti servizi continuativi o periodici connessi al normale funzionamento dell’impresa o al mantenimento delle certificazioni già acquisite. Queste spese sono ammissibili fino ad un massimo del 10% del totale della spesa che si richiede nel progetto presentato.

Tipologia degli aiuti e contributi concessi

  • fino ad un massimo del 15% della spesa presentata per le micro e piccole imprese (10% per le medie imprese) di quota a fondo perduto;
  • fino ad un massimo del 45% per di finanziamento a tasso ZERO;
  • il restante con finanziamento normale a tasso banca.

Queste agevolazioni sono cumulabili con il credito d’imposta Industria 4.0. NON sono cumulabili con la Sabatini.

Spesa minima richiedibile euro 20.000 e spesa massima richiedibile euro 500.000 (Iva esclusa).

Termini e modalità di presentazione delle domande

Il bando è attualmente aperto e si chiude entro il 31/12/2021. Può chiudersi anticipatamente in caso di esaurimento dei fondi messi a disposizione.

Per l’invio della pratica è necessario avere l’appoggio di una delle banche elencate nell’allegato “Elenco Banche Convenzionate“.

Per una pre analisi di possibilità di presentazione della domanda si richiedono i seguenti documenti:

  • Visura camerale dell’azienda
  • Documento d’identità del legale rappresentante
  • preventivo/i delle spese che si intendono sostenere

*Per approfondimenti consultare l’allegato Fondo di rotazione